Crea sito

VOLEVO ESSERE MARADONA – UN SUCCESSO ALLO YACHTING CLUB

Da Tor Bella Monaca, che un quartiere facile di Roma non è, Patrizia Panico è arrivata sino ala serie A e poi alla Nazionale. Nel libro “Volevo essere Maradona”, in cui è la brava giornalista del Corriere dello Sport Valeria Ancione a raccontare le sue gesta, tra realtà e fantasia, si può apprezzare la vita di una bambina poi divenuta fuoriclasse del calcio femminile italiano. Il libro è stato presentato allo Yachting Club di San Vito Taranto, con una buona cornice  di pubblico, composta da molti addetti ai lavori. «Sono nata sotto un accento sbagliato, mi chiamo Panìco e non Pànico come molto spesso sento. Sono nata “al contrario”, e mi piace tutto quello che va controcorrente o tutto quello che, come me, ha l’accento sbagliato». Ci piace rimarcare questa sua confidenza, più volte riportata dai media, per definire il personaggio, una bambina coraggiosa che aveva  talento e non ha rinunciato a sognare. Bella serata, non poteva essere altrimenti, ben condotta dal giornalista Francesco Friuli, con l’ausilio, molto professionale, di Gianluca Piotti, titolare dello Yachting Club e del giornalista Enrico Sorace. Fra gli ospiti, Vito Roberto Tisci,  Presidente del Settore Giovanile e Scolastico della FIGC.

Chi è Patrizia Panico.

Patrizia,  nata a Roma8 febbraio 1975, è un’allenatrice di calcio ed ex calciatriceitaliana, di ruolo attaccanteCT della nazionale Under-15 maschile.

Grazie alle sue doti tecniche e risultati ottenuti, è divenuta l’emblema del calcio femminile in Italia raccogliendo il testimone da Carolina Morace. Ha vinto quattordici volte il titolo di capocannoniere della Serie A, in aggiunta al titolo di capocannoniere nella Champions League femminile 2007-2008, superando proprio la stessa Morace, ferma a 12; ha marcato quasi seicento reti, in più di cinquecento incontri, con le maglie di Lazio CFTorinoModenaACF MilanBardolino Verona/AGSM VeronaTorres e Fiorentina.

Ha vinto 23 titoli di club ripartiti in 10 Scudetti, 5 Coppe Italia e 8 Supercoppe italiane.

Detiene i record di presenze (204) e di reti (110) nella nazionale italiana, con cui ha vinto l’argento al campionato europeo di Norvegia e Svezia del 1997 e ha preso parte alla fase finale del campionato mondiale degli Stati Uniti del 1999.

Ritiratasi nel 2016, è stata assistente tecnico della nazionale italiana Under-16 maschile prima di divenire ct della nazionale italiana Under-15 maschile: è la prima donna ad allenare una rappresentativa maschile italiana. (FONTE WIKIPEDIA)

Francesco Leggieri

Francesco Leggieri

Giornalista pubblicista, direttore di Box Tarentum. Attualmente conduttore della trasmissione sportiva "Lo Sport a modo mio..." di Tbm canale 212. Redattore del settimanale cartaceo Puglia Press. Collaboratore, a vario titolo, di altre redazioni sportive di giornali, radio e televisioni nazionali. Esperto di attività Audiovisive, fotografiche e cinematografiche (diploma don Orione di Roma 1985). E' stato Caporedattore allo Sport per Puglia Press (quotidiano), redattore per il bimensile Voce del Popolo (con compiti anche di segretario di redazione) e caporedattore per il sito on line la Voce di Taranto e collaboratore di Extra Magazine. Presentatore televisivo e radiofonico per varie emittenti locali e di eventi anche a carattere nazionale. Scrittore di 2 libri. Esperienza nelle attività di pubbliche relazione in ambito militare.