COME IN UNA FAVOLA

 

Ti dedico questa canzone perché hai reso tutto fantastico, proprio come in una favola… CIAO NADIA.

 

La morte è divenuta una costante dei nostri tempi. Oggi non piangiamo un nostro conterraneo ma forse anche di più. Lei si batteva per i piccoli e, ironia della sorte, è stata martoriata nel peggiore dei modi.

“Cara Nadia, come tantissimi in questa città, ho avuto la gioia di poter colloquiare con te in varie occasioni. Eppure ti conobbi per mera e semplice curiosità, per la solita foto, quasi lo sport preferito di tutti. Nelle volte successive, ho avuto l’onore di poter ascoltare il tuo pensiero, di essere coinvolto dalla tua energia. Avevi le idee chiare per cambiare  il destino di questa città. La gente ti ha acclamava, impazziva per te. Da quel caffè da Ignazio D’Andria ad oggi, molte cose erano cambiate, soprattutto per i più piccoli. E ancora, avevi promesso di poter fare tanto per i bambini di Taranto. Forse intendevi dall’alto, non può essere altrimenti. Non riesco a scrivere altro, sono sconcertato e sconvolto. So di volerti bene per la tua voglia di fare che mi hai trasmesso. Che la terra sia lieve”. Francesco Leggieri

“Domani, 14 Agosto, alle ore 09.30, presso la Chiesa Gesù Divin Lavoratore, al rione Tamburi, sarà celebrata una Santa Messa in Suo ricordo”.

L’ULTIMA MIA INTERVISTA A NADIA TOFFA: QUANTE VERITA’.