BRUNORI SAS, IL BATTISTI DEI NOSTRI GIORNI

“Questa città può diventare paradigma per una visione più ampia nel sud. Lo sviluppo deve comunque tener conto del fatto che siamo esseri umani”

L’impatto è con sorrisi, lui parte come un rullo compressore: “Esterno la mia gioia di presenziare qui. Abbiamo partecipato ad un evento importante che cambierà il futuro. Le parole possono essere superflue in queste occasioni. In questa città che può diventare paradigma, secondo me, per una visione più ampia, nel sud, di come lo sviluppo deve comunque tener conto del fatto che siamo esseri umani”.
Abbiamo provato a stuzzicarlo, parlandogli con alcun versi della sua canzone più prestigiosa, “La verità”: “Ma l’hai capito che non serve a niente.. Mostrarti sorridente
agli occhi della gente.. E che il dolore serve. .Proprio come serve la felicità”. Rimane stranito pe un attimo, poi sorride ed incalza: “
Decontestualizzato dal pezzo, vale l’idea, però, che morire serve anche a rinascere, se la vogliamo mettere così. Mi auto-cito, ormai, in un delirio di onnipotenza…”. Bravo Brunori!